PCTO

PCTO – Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento

(ex Alternanza Scuola-Lavoro)

L’Alternanza scuola-lavoro è una metodologia didattica innovativa istituita dalla Legge n. 53/2003 e disciplinata dal Decreto Legislativo n. 77/2005. Si rivolge agli studenti delle scuole secondarie di 2° grado, ai quali permette di “alternare” momenti di formazione in aula e in azienda (o altra struttura ospitante). Con il Riordino dell’istruzione del 2° ciclo, messo a regime dal nuovo ordinamento degli istituti professionali, dei tecnici e dei licei (DD.PP.RR. nn. 87-89/2010), l’Alternanza ha compiuto un’ulteriore tappa istituzionale: nei nuovi Regolamenti, è richiamata come metodo sistematico da introdurre nella didattica curricolare dei diversi corsi di studio per avvicinare i giovani al mondo del lavoro, orientarli e promuovere il successo scolastico.

Le ore, non inferiori a 150 (Legge di Bilancio 30.12.2018 n. 145) devono essere accumulate nel corso dell’ultimo triennio di scuola.

Al fine di completare il percorso, l’Istituto organizza:

  • Tirocinio (stage) stage in azienda (in Italia o all’estero): esperienze di stage in aziende del territorio appartenenti al settore pubblico e privato. L’obiettivo è di permettere allo studente di effettuare un’esperienza di formazione tramite affiancamento in un’impresa/ente, con valutazione esterna, che può portare all’assunzione diretta o che comunque può proficuamente essere inserita nel curriculum. L’esperienza si sviluppa in classe quarta per tre settimane

    L’Istituto ha definito percorsi formativi differenziati con riferimento alle competenze tecnico-professionali acquisite dagli studenti. Le competenze di base e trasversali, nonché le modalità di valutazione, sono comuni a tutti i percorsi. Le attività di stage sono oggetto di valutazione da parte del Consiglio di classe.

  • Visite aziendali (in Italia o all’estero) presso enti ed aziende: l’obiettivo è di far conoscere direttamente i fini istituzionali, l’organizzazione, i cicli produttivi e le figure di sistema.

  • Percorsi di educazione imprenditoriale: l’obiettivo è di rendere l’allievo capace di verificare e misurare le proprie capacità imprenditoriali e imprenditive.

  • Conferenze e seminari aventi ad oggetto tematiche economico-giuridiche di particolare attualità: Incontri con esperti e/o figure professionali di riferimento: l’obiettivo è di fornire indicazioni su prospettive e attese del mondo del lavoro.

  • Partecipazione a gare, concorsi e progetti di sviluppo imprenditoriale: l’obiettivo è di sviluppare le idee imprenditoriali degli studenti.

  • Corso Anaci ( Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari) per la successiva iscrizione all’Albo

  • Unicredit per la conoscenza e o sviluppo di prodotti bancari


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.